• AMMINISTRATIVE 2021 NARDO’

Il codice etico della coalizione Alleanza per il Cambiamento …

Il codice etico che i componenti della coalizione Alleanza del Cambiamento hanno adottato come forma di condotta morale da futuri amministratori. Vediamo come si dipana :

 

CAPO I – PRINCIPI GENERALI

1. PREMESSA

Il presente Codice Etico esprime l’orientamento ai valori, agli impegni e alle responsabilità etiche e sociali che le donne e gli uomini aderenti alle liste che compongono “l’Alleanza per il Cambiamento” riconoscono accettano nello svolgimento delle proprie attività, politiche, sociali e culturali nei riguardi di ciascun individuo e dell’intera comunità .

Il Codice assume, come principi ispiratori, il rispetto della legge e della normativa vigente, a partire dai valori ed ai principi della Carta Costituzionale, della Carta Europea dei diritti dell’uomo e della dichiarazione universale dei diritti umani .

2. PRINCIPI ETICI

Le donne e gli uomini dell’ALLEANZA PER IL CAMBIAMENTO credono che la politica debba riportare al centro della propria azione sia la persona come soggetto portatore di interessi, aspirazioni, bisogni, diritti e doveri sia la comunità nella sua interezza come organizzazione complessa e plurale ospitante realtà economico-sociali variegate e plurali.

Ciascun aderente all’ALLEANZA PER IL CAMBIAMENTO conforma il proprio agire ai seguenti valori:

 Riconosce il valore, la dignità e l’unicità di tutte le persone con cui si relaziona e collabora, il rispetto dei loro diritti universalmente riconosciuti e l’affermazione delle qualità originali delle persone: libertà, uguaglianza, socialità, solidarietà, partecipazione;

 Riconosce al Paesaggio ed all’Ambiente il pregio e la dignità di valore etico-culturale, quale estrinsecazione e sublimazione del diritto/dovere di salvaguardia per un verso del bene della vita e della salute e per altro verso del rispetto dell’identità culturale e delle tradizioni storico-artistiche ed architettoniche di un territorio, come ricerca di preservazione estetica dello stesso .

 Svolge le proprie attività con un approccio laico, senza discriminazione di etnia, di nazionalità, di religione, di condizione sociale, di ideologia politica, tendenza sessuale o di qualsiasi altra differenza o caratteristica personale;

 Promuove processi di maturazione e responsabilizzazione sociale nel rispetto della legalità che implica un rifiuto assoluto di qualsiasi possibilità anche indiretta e/o remota con interessi di organizzazioni criminali di qualunque natura o il ricorso all’uso delle armi e/o della violenza per la soluzione di problematiche relazionali e sociali.

3. OBBLIGHI DEGLI ADERENTI

Ogni aderente dell’ALLEANZA PER IL CAMBIAMENTO ha l’obbligo di rappresentare con il proprio comportamento un esempio per qualunque cittadino, e si impegna nell’ipotesi di elezione e/o nomina a qualsiasi incarico di tipo politico e/o che comunque implichi una responsabilità verso enti di interesse pubblico a :

a) rinunciare a qualsiasi privilegio o vantaggio o interesse riconducibile al ruolo politico e/o istituzionale ricoperto e per l’effetto ad astenersi dall’assumere incarichi o decisioni che abbiano una diretta incidenza, specifica e preferenziale, sul patrimonio personale, del proprio nucleo familiare o dei conviventi, ovvero dei parenti o affini;

b) rinunciare o astenersi dall’assumere incarichi di tipo politico e/o istituzionale qualora si ricopra ruoli direttivi in imprese, associazioni, enti o fondazioni, aventi scopo di lucro o titolarità prevalente di interessi economico¬-finanziari, al fine di impedire ab origine qualsiasi conflitto di interessi.

c) svolgere l’attività di propaganda elettorale con correttezza ed equilibrio nel rispetto dell’ambiente e del decoro urbano. L’impegno delle risorse economiche dovrà essere, altresì, equilibrato e proporzionato alle proprie capacità finanziarie con la possibilità di ricorso a donazioni e sponsorizzazioni secondo modalità totalmente trasparenti ed una puntuale rendicontazione finale.

d) non accettare donazioni, forme di collaborazione e partnership da persone fisiche e/o giuridiche che non rispettino i principi qui declinati e l’etica della responsabilità sociale, con particolare riferimento ad associazioni di natura criminale di qualsiasi natura e specie.

e) comunicare al Comitato etico di cui al successivo articolo 5, le situazioni personali che evidenziano o possono produrre un conflitto di interessi, ovvero condizionare l’attività della coalizione o lederne l’immagine pubblica, e segnatamente:

(i) esistenza di un procedimento penale o di adozione di una misura di prevenzione nei propri confronti.

(ii) emessa sentenza di condanna, ancorché non definitiva, ovvero a seguito di patteggiamento; per un reato di mafia, di criminalità organizzata o contro la libertà personale e la personalità individuale; per un delitto per cui sia previsto l’arresto obbligatorio in flagranza; per sfruttamento della prostituzione; per omicidio colposo derivante dall’inosservanza della normativa in materia di sicurezza sul lavoro, per un delitto in materia ambientale..

Nel caso di elezione e/o nomina a ruoli di responsabilità politica ed istituzionale, il soggetto che ricoprirà l’incarico sarà tenuto a comunicare al Comitato Etico:

(i) la proprietà , la partecipazione, la gestione o l’amministrazione di società ovvero di enti aventi fini di lucro;

(ii) ¬ l’appartenenza ad associazioni, organizzazioni, comitati, gruppi di pressione che tutelino o perseguano interessi di natura finanziaria, nonché i ruoli di rappresentanza o di responsabilità eventualmente ricoperti ovvero il loro sostegno.

Inoltre gli eletti e i nominati dell’ALLEANZA PER IL CAMBIAMENTO dovranno:

(i) evitare l’uso strettamente personale e lo spreco dei beni e delle risorse messi a disposizione in ragione dell’incarico svolto. e) rifiutare regali o altra utilità, che non siano d’uso o di cortesia, da parte di persone o soggetti con cui si sia in relazione a causa della funzione istituzionale o di partito svolta.

(ii) utilizzare i mezzi di comunicazione per favorire una informazione corretta dei cittadini sulle questioni politiche ed istituzionali.

(iii) rendicontare periodicamente, attraverso strumenti informativi e/o iniziative pubbliche, l’attività politica o istituzionale svolta anche con forme di corrispondenza con i cittadini e/o gli elettori.

(iv) non conferire né favorire il conferimento di incarichi a propri familiari o, tranne che negli uffici di personale collaborazione, a persone con cui si abbiano rapporti professionali;

(v) avvalersi di consulenze esterne soltanto in condizioni di effettiva necessità , con adeguate motivazioni e con modalità trasparenti e improntate alle migliori prassi vigenti ed alle linee guida predisposte dall’ANAC in materia di prevenzione della Corruzione;

(vi) astenersi dal partecipare a manifestazioni pubbliche organizzate contro il governo e/o la giunta di cui si fa parte, senza trarne le dovute conseguenze.

4. COMITATO ETICO

Al fine di agevolare la corretta applicazione del presente Codice Etico e verificare la conformità di comportamenti dei destinatari alle norme dello stesso è costituito un Comitato Etico.

Il Comitato Etico è un organismo con compiti consultivi di indirizzo ed è l’organo decisionale competente a dare attuazione al presente Codice Etico.

In particolare, ha il compito di:

• promuovere la revisione delle norme contenute nel presente Codice Etico ed il costante aggiornamento di quest’ultimo;

• verificare l’adozione di misure adeguate a garantire la conoscenza del Codice e la sua applicazione da parte di ciascun destinatario;

• dirimere ogni questione inerente l’interpretazione e l’applicazione del Codice;;

• esaminare le notizie ricevute, promuovendo le verifiche ritenute più opportune;

• valutare eventuali situazioni in contrasto con il Codice Etico e segnalare ai dirigenti dell’ALLEANZA PER IL CAMBIAMENTO la necessità di attivare provvedimenti disciplinari.

5. EFFICACIA DEL PRESENTE CODICE ETICO

Il presente Codice è immediatamente efficace ed applicabile rispetto ad ogni aderente , sostenitore e/o simpatizzante di ciascuna delle liste che compongono la coalizione denominata ALLEANZA PER IL CAMBIAMENTO, in particolare ciascun candidato nel sottoscrivere il presente codice si impegna a conformarsi ai principi ed alle regole ivi previste .

I commenti sono chiusi.