ALL’INCORONATA È IL MOMENTO DELLA “SANTA ALLEGREZZA”. Domani (ore 19) i “canti natalizi e propiziatori” di Enza Pagliara e Dario Muci

Canti e riti antichi come augurio per un futuro di tranquillità. Domani, mercoledì 12 dicembre, alle ore 19 nello scrigno antico e magico della chiesa dell’Incoronata è in programma La Santa Allegrezza, un concerto di Enza Pagliara e Dario Muci (con Michele Bianco alla fisarmonica) che interpreteranno una serie di “canti natalizi e propiziatori”. L’appuntamento rientra nel programma di Nardò sotto le stelle, il cartellone di eventi e spettacoli che l’amministrazione comunale ha messo a punto per il periodo delle feste natalizie.

Con le radici ben piantate a terra e le cime al vento, i canti de La Santa Allegrezza racconteranno del passato lontano auspicando un futuro rassicurante. Un modo per augurare pace, salute e prosperità con antichi riti, canti e incanti. Fin dalla notte dei tempi gli uomini hanno costruito dei rituali, fatti di canti, danze, invocazioni, che avevano la funzione di rigenerare e sincronizzare i ritmi della natura. Le prime tracce che testimoniano queste usanze risalgono al XIX secolo a.c., quando nella città babilonese di Amorrea si praticava una cerimonia detta “Akitu”, una rappresentazione del ciclico ritorno al caos seguito da una nuova creazione. Col passare dei secoli, in ogni luogo e in ogni epoca ciascuna popolazione ha costruito i propri rituali dinanzi alla paura del passaggio dal vecchio al nuovo.

I commenti sono chiusi.