GIORNATA DELL’ALBERO, A PORTOSELVAGGIO UN ALBERO PER OGNI BAMBINO CHE NASCE

Nardò,21 novembre _Si è tenuto ieri un incontro tra l’assessore all’Ambiente Mino Natalizio e il direttore generale dell’Arif Francesco Ferraro. Durante la riunione e il sopralluogo nel parco di Portoselvaggio, al cui interno la gestione delle operazioni silvo-colturali è affidata appunto all’Arif, si è discusso dei progetti che l’Agenzia regionale delle Attività Irrigue e Forestali ha intenzione di attuare a breve e medio termine sull’area boscata del parco per mantenere in salute la specie botanico vegetazionali presenti e per programmare nuovi impianti di specie arboree. Non solo, il direttore si è impegnato a proporre al Settore Demanio e Patrimonio della Regione Puglia, guidato da Costanza Moreo, il recupero funzionale di alcuni manufatti presenti nel parco. Inoltre, è stata individuata una vasta area nelle immediate vicinanze della masseria Torre Nova dove impiantare degli alberi per celebrare la nascita di bimbi nel comune di Nardò. Francesco Ferraro ha fatto presente che, data la disponibilità di terreni, sarà possibile soddisfare le richieste anche dei genitori che vorranno dedicare un albero ai loro figli nati negli ultimi anni. La piantumazione e la cura successiva degli alberi sarà effettuata dal personale dell’Arif di stanza a Portoselvaggio. L’iniziativa ha già avuto l’avallo dell’assessore all’Agricoltura della Regione Puglia Donato Pentassuglia.
“Una bella notizia che giunge proprio in occasione della Giornata dell’Albero – fa notare l’assessore Mino Natalizio – che quest’anno, inevitabilmente, è stata celebrata prevalentemente con iniziative simboliche piuttosto che in presenza, per motivi legati all’emergenza Covid. Devo ringraziare per la sensibilità e la disponibilità il direttore generale Francesco Ferraro, il responsabile Luigi Melissano e tutto il personale Arif, coordinato da Maurizio Pranzo, in servizio a Portoselvaggio. Ogni giorno svolgono un lavoro encomiabile in favore di questa meravigliosa area protetta che rappresenta un bene comune di inestimabile valore naturalistico, paesaggistico ed archeologico”.

Lascia un commento