SANTA MARIA AVRÀ IL SUO PARCHEGGIO, FINANZIATO IL PROGETTO DI VIA EDRISI Dalla Regione oltre 1 milione e 22o mila euro. Sarà “hub” per auto, pullman, camper e bici

Nardò, 3 dicembre _L’amministrazione comunale e la città di Nardò festeggiano. La Regione Puglia ha finanziato con 1 milione e 220 mila euro il progetto di un’area parcheggio attrezzata in via Edrisi a Santa Maria al Bagno, che sarà “hub” per auto, pullman, camper e bici e quindi centro nevralgico della mobilità turistica sul territorio neretino. L’ennesimo successo per l’ente, che dimostra ancora capacità di programmazione e progettazione, e per la città, che aggiunge un’altra importante tessera al suo mosaico di sviluppo. Il nuovo parcheggio a Santa Maria, infatti, consentirà di potenziare i servizi di accoglienza turistica della marina, migliorare la viabilità, integrare il sistema della mobilità alternativa e quindi portare benefici al territorio e a tutti gli operatori turistici e commerciali. Il progetto, firmato dall’ingegnere Andrea Filieri, è stato “premiato” con risorse previste dal Patto per la Puglia della Regione e da un avviso pubblico sugli interventi strategici sul turismo dedicato a “parcheggi attrezzati ed ecosostenibili per il decongestionamento del traffico veicolare nelle zone ad alta densità turistica o per migliorare la fruizione degli attrattori turistici”. L’intervento proposto è risultato il migliore nel Salento e il secondo in Puglia, alle spalle di Monopoli e davanti a Laterza, Castrignano del Capo, Zapponeta, San Marco in Lamis, Peschici e Manduria. 1 milione e 220 mila euro cui si aggiungono 80 mila euro di cofinanziamento comunale per un intervento complessivo di 1 milione e 300 mila euro.
L’opera, compatibile con il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile e del Traffico (PUMS), prevede appunto la realizzazione di un’area parcheggio su un terreno di oltre otto mila metri quadri posto in posizione strategica. Risalendo via Edrisi, infatti, si può raggiungere il centro urbano di Nardò percorrendo la s. p. 17 e quello di Galatone percorrendo la s. p. 90, nonché il collegamento con la s. s. 101 Lecce-Gallipoli. L’area, peraltro, è vicinissima al lungomare, alla piazzetta di Santa Maria, al Museo della Memoria, all’Acquario del Salento, all’altra area parcheggio di via Dei Benedettini, allo stabilimento balneare nei pressi delle Quattro Colonne e a quello che sorgerà in zona (come prevede il Piano delle Coste). Sono previsti 139 posti auto, 19 stalli di parcheggio per i camper e 4 per gli autobus, servizi igienici, front office (accoglienza e informazione), un servizio di noleggio biciclette e un deposito per le stesse biciclette. Infine, sarà realizzata una rotatoria su via Edrisi, indispensabile per garantire l’accesso e l’uscita in sicurezza agli utenti della struttura. L’intera area sarà “servita” energeticamente da un impianto fotovoltaico che la renderà completamente autosufficiente, da un sistema di recupero delle acque piovane da destinare all’irrigazione delle aree verdi e da un sistema di scarico reflui automatizzato per i camper. All’ingresso ci saranno un sistema automatico di controllo composto da sbarre automatiche, le colonnine per l’erogazione del ticket di ingresso ed accettazione del ticket di uscita, la cassa automatica per il pagamento del ticket orario, un sistema a pannelli luminosi indicante il numero di posti auto liberi al fine di evitare il formarsi di inutili code. È previsto anche uno stallo di fermata della navetta turistica che collega Santa Maria a Santa Caterina.


Cosa cambia con il parcheggio? Intanto, ci sarà un miglioramento della viabilità garantito dalla forte riduzione della sosta selvaggia degli utenti in cerca di parcheggio e dal conseguente elevato flusso di traffico. Si genereranno risvolti economici positivi per tutti gli operatori del settore turistico e commerciale. L’attivazione del servizio di nolo bici, in linea con la costruenda pista ciclabile sul lungomare, contribuirà al potenziamento della mobilità alternativa. Il parcheggio avrà proprio una funzione di “scambio” con i mezzi alternativi e sostenibili (biciclette e navette) e contribuirà al potenziamento dei servizi ricettivi e culturali durante l’intero arco dell’anno in quanto il Museo della Memoria e l’Acquario sono strutture caratterizzate da una costante presenza di visitatori, tra gruppi, visitatori singoli e scolaresche. Infine, la realizzazione di stalli per i camper consentirà di incrementare il transito di camperisti dalla marina e di attenuare drasticamente il fenomeno della sosta selvaggia di questi mezzi in altre aree.
“Questa – esulta il sindaco Pippi Mellone – è una novità straordinaria per la nostra città. Il finanziamento è un successo dal punto di vista strategico e funzionale, per l’impatto che avrà sul turismo e sulla mobilità, e dal punto di vista progettuale, per il riscontro che ha ottenuto in gara. Con questa ennesima opera pubblica, sempre a costo zero per il Comune e i neretini, Santa Maria al Bagno diventerà più vivibile e moderna: con meno automobili, più biciclette, più servizi. Un progetto che è ovviamente legato alla realizzazione del lungomare e della pista ciclabile, a dimostrazione della nostra visione di territorio e di una strategia di sviluppo ordinato e sostenibile. Con questi sono 30 i milioni di euro che abbiamo portato a casa in 54 mesi di amministrazione. Cose mai viste in questa città”.
“Il parcheggio di via Edrisi – aggiunge l’assessore all’Urbanistica Ettore Tollemeto – è una tessera del mosaico della città che stiamo costruendo, di vitale importanza per lo sviluppo turistico di Santa Maria al Bagno, per migliorare l’offerta turistica, per garantire un supporto agli operatori, per migliorare la viabilità e per incrementare la mobilità alternativa. Un modo efficace per risolvere tante criticità, dal parcheggio alla sosta selvaggia dei camper, e per rendere Nardò ancora più moderna e ricca di servizi”.

I commenti sono chiusi.