ESTATE, LA PREISTORIA ANIMA IL PARCO DI PORTOSELVAGGIO

Nel corso dell’estate le attività del Museo della Preistoria di Nardò sono indirizzate verso un percorso di fruizione che connette i luoghi della preistoria del Salento attraverso progetti di ricerca archeologica e attività laboratoriali. Si tratta di attività svolte in collaborazione con il Laboratorio dell’Ecomuseo dell’Archeologia Costiera di Nardò e in sinergia con il Comune di Nardò e il Polo biblio-museale di Lecce. Ecco il dettaglio di ogni iniziativa.
Ogni lunedì (già a partire dallo scorso 28 giugno) il programma prevede Sull’onda della scoperta. In collaborazione con Costa del sud Diving Service (laboratorio in barca), si ripercorre il percorso in mare che portò il prof. Arturo Palma di Cesnola e il prof. Edoardo Borzatti Von Lowenstern alla scoperta delle grotte frequentate da Neandertal e da Sapiens. Si parte alle ore 17:30 (per circa un’ora e mezza), il ritrovo è alla darsena di Santa Caterina, il costo è di 25 euro (12,50 per i bambini fino ai 13 anni).
Sabato 10 luglio ci sarà Disegnare Portoselvaggio. Riconoscere le tracce del passato nel paesaggio attuale e, insieme agli archeologi, disegnare la mappa dei cambiamenti per ricostruire la storia del parco. Si inizia alle 9 (sino alle 12), il ritrovo è in via Cantù, località Torre dell’Alto, il costo è di 8 euro (6 per i ragazzi fino ai 18 anni).
Dal 13 al 16 luglio è in programma Campo estivo, un percorso ludico-didattico nel parco di Portoselvaggio per bambini dai 6 ai 12 anni. Martedì 13 e mercoledì 14 luglio ci sarà Scavare la Preistoria, un laboratorio di scavo didattico (ritrovo a masseria Torre Nova). Giovedì 15 luglio, invece, Disegnare Portoselvaggio, il laboratorio di archeologia dei paesaggi (ritrovo in via Cantù, località Torre dell’Alto). Venerdì 16 luglio, infine, Colorare il Paleolitico, un laboratorio sull’arte (ritrovo masseria Torre Nova). Tutte le iniziative avranno inizio alle ore 8:30 (fino alle 12:30), il costo è di 6 euro per la singola attività e di 20 euro per le quattro attività.
Sabato 24 luglio e sabato 14 agosto ci sarà Colorare il Paleolitico. Sperimentare le procedure e i temi iconografici sviluppati dai gruppi preistorici nella restituzione del pensiero astratto nelle complesse relazioni tra uomo, ambiente e tecniche. Si inizia alle ore 9 (sino alle 12), il ritrovo è al parcheggio del curvone sulla strada provinciale n. 286, il costo è di 8 euro (6 per i ragazzi sino ai 18 anni).
Sabato 31 luglio è in calendario Hunter game, gioco di strategia nel parco. Due gruppi preistorici organizzeranno la propria strategia sfidando gli avversari per il controllo del territorio e delle sue risorse. Si inizia alle 9, il ritrovo è a Villa Tafuri, il costo è di 6 euro.
Sabato 7 agosto il programma prevede una visita nella grotta Furchiu ti la zappa a cura del Gruppo Speleologico Neretino. Ci si addentrerà nella grotta per riflettere sul ruolo di questi ambienti nella storia dell’uomo e per osservare da vicino il fenomeno del carsismo. Il ritrovo è alle ore 9 presso il Residence Tramonti di Torre Inserraglio, il costo è di 14 euro.
Domenica 15 agosto ci sarà Ferragosto al Museo e il Museo della Preistoria di Nardò seguirà i consueti orari di apertura.
Sabato 21 agosto, infine, è in programma Nel Parco con Nea. Insieme a una giovane Neandertal di centomila anni fa, si attraverserà il promontorio che nel Paleolitico fu frequentato proprio da questa specie. Un percorso ludico per elaborare i concetti di estraneità e integrazione. L’inizio è alle ore 9, il ritrovo in via Cantù, località Torre Dell’Alto, il costo è di 8 euro (6 euro per i ragazzi fino ai 18 anni).
La prenotazione è obbligatoria per tutte le attività. Per informazioni e prenotazioni è utile contattare il numero di telefono 349 6799790.

I commenti sono chiusi.