Libri: A 10 anni da quel drammatico 6 aprile , la terra trema ancora – Regina Blues di Antonello Loreto -video

Nardò,7 aprile _ Un libro rappresenta sempre un’occasione, un’opportunità, una scoperta. La nostra redazione ha partecipato ieri alla presentazione del romanzo Regina Blues ambientato in quel dell’Aquila, dello scrittore romano Antonello Loreto.

La prima scoperta: la location questo spazio “Jungle Parco Raho” sembrava una coreografia disegnata apposta per la presentazione del romanzo, le luci giuste, i colori giusti e le finestre rivolte al parco, consentivano di ascoltare i relatori avvolti nel silenzio della natura, pur trovandoci nel centro della città, scelta particolarmente azzeccata.

Altra piacevole sorpresa, l’anniversario del terremoto dell’Aquila, quale miglior modo di ricordarlo se non con un testo letterario, un romanzo ambientato all’Aquila , pardon “Regina” e che il terremoto lo descrive all’interno del racconto con la sua tragicità di vite spezzate e di architetture violentate dalla natura che sa essere dolce come una madre premurosa ma anche perfida come matrigna.

A dialogare con l’autore Antonello Loreto , la neretina Sara Falangone, giovane rotariana, nella vita grintosa ingegnere, per l’occasione emozionata speaker; non fosse altro che, lei quei terribili secondi delle onde sismiche della notte del 6 aprile di 10 anni fa, li ha vissuti sulla sua pelle; per cui sa perfettamente cosa si prova e non ha fatto nulla per nascondere quella emozione ai partecipanti della kermesse letteraria.

L’autore Antonello Loreto, Aquilano di nascita romano d’adozione è stato completamente a suo agio nel rispondere ai numerosi stimoli e domande poste dalla speaker. Il padrone di casa l’avv. Vincenzo Candido Renna, che in quest’anno di presidenza rotariana non ha fatto mancare di certo le occasioni di confronto culturale e per quello che è stata la nostra diretta esperienza ha tentato a partire dalla Kermesse teatrale “Inspire” di avviare un dialogo diretto con la comunità mettendo al centro la cultura e la solidarietà.

Anche ieri la presenza dell’ANT e delle uova della solidarietà hanno reso la serata ancora più suggestiva perché oltre a ricordare il dolore del terremoto si è orientata a contrastare il terremoto che riguarda la vita di tutti e che non conoscere tregua ed è sempre in agguato “il cancro”.

Per concludere bella serata ieri all’insegna della riflessione, dell’amicizia e della solidarietà. Lettura consigliata “Regina Blues” di Antonello Loreto.

I commenti sono chiusi.