A Brindisi “Nel mare dell’intimità”… le anfore di Santa Caterina

Nardò,8 luglio_ Se passate dall’aeroporto di Brindisi nei prossimi 12 mesi fermatevi ad ammirare Nel mare dell’intimità. L’archeologia subacquea racconta il Salento, una mostra sull’archeologia subcquea del Salento. Perché tra le eccezionali testimonianze che troverete esposte ci sono anche le anfore del relitto di santa Caterina, frutto della collaborazione tra la mostra e il Museo del Mare Antico di Nardò.

Nel luogo di transito e accoglienza del Salento della contemporaneità (due milioni e mezzo di persone all’anno), dunque, una grande mostra – promossa da Regione Puglia e Aeroporti di Puglia – che, tra reperti di archeologia subacquea, contenuti multimediali inediti, arte contemporanea e narrazioni, costituisce un’ideale veleggiata lungo le rive del Salento, la ragnatela di rotte e di intensi rapporti che l’hanno coinvolto nei secoli. L’allestimento si configura, infatti, come un vero e proprio “gate” di accesso alla storia, all’archeologia e ai luoghi della cultura, al territorio, alle risorse ambientali e al paesaggio del Salento, e proseguirà idealmente nei musei e nei luoghi della cultura che hanno aderito al progetto.

Chi arriva in aeroporto, dunque, può farsi un’idea estremamente affascinante del Salento e della Puglia, ascoltando il racconto del mare, fatto di gesta, reperti, opere d’arte e altre meraviglie.

I commenti sono chiusi.