Domenica 21 luglio 2019: Inaugurata la prima “spiaggia” dedicata ai cani nel territorio neretino

Nardò, 21 luglio_ diventa fruibile la  porzione del litorale neretino dove sarà  consentito il libero accesso e la permanenza dei cani, in ossequio alla legge della Regione Puglia n. 56 del 17 dicembre 2018 che ha introdotto le norme per l’accesso alle spiagge degli animali da affezione.

Infatti  la giunta guidata dal sindaco Pippi Mellone  individuò a maggio  del 2019  l’area dedicata agli amici a quattro zampe in una zona di circa 9800 metri quadri a nord di Torre Inserraglio (area demaniale libera) zona “Arenile” in cui agli animali da oggi è consentito accedere accompagnati dal proprietario o altro detentore.

Mentre nello specchio d’acqua antistante sarà permessa la balneazione (ogni proprietario potrà tenere in acqua sino a quattro animali contemporaneamente), sempre in presenza del conduttore in acqua e sotto la sua stretta sorveglianza e responsabilità. Si può raggiungere l’area dalla strada provinciale n. 286 svoltando su via Socrate.

Il Piano comunale delle Coste, com’è noto, stabilisce espressamente che in aree non appositamente autorizzate, attrezzate e segnalate, date in concessione o per la libera fruizione, durante la stagione balneare è vietato condurre o far permanere qualsiasi tipo di animale anche se munito di museruola, guinzaglio e microchip.

Premesso questo, la recente legge regionale n. 56 prevede che i Comuni rivieraschi individuino tratti di spiaggia libera nel quale l’accesso e la permanenza siano consentiti.

A condizione che i proprietari e detentori rispettino una serie di prescrizioni di carattere igienico-sanitario, cioè il fatto di detenere idonea certificazione sanitaria dell’animale, di essere in regola con le vaccinazioni, di poter essere identificati con microchip, di dotarsi di ombrellone, riserva d’acqua, attrezzatura per la raccolta delle deiezioni.

I commenti sono chiusi.